Le case editrici “free”

editoria

In questo articolo rispondiamo alla richiesta di una lettrice che ci ha proposto di approfondire ulteriormente il tema affrontato nell’articolo precedente (potete leggerlo qui), ovvero Le 5 false promesse dell’editoria a pagamento o EAP, facendo chiarezza sull’identità degli editori cosiddetti “free”, che non chiedono contributi per pubblicare la vostra opera.

Molti, purtroppo, sono gli editori che si autodefiniscono “free”, ma richiedono contributi (anche cospicui) agli autori, ricorrendo ai più fantasiosi stratagemmi e sotterfugi. Invece, è importante pubblicare con un editore che sia in grado di fornire a proprie spese tutta una serie di servizi editoriali e che garantisca un’efficace promozione del libro. Pertanto, non scendete mai a compromessi affidandovi a tipografie travestite da editori; piuttosto scegliete la via del self-publishing

Di seguito, dunque, una lista di editori non a pagamento a cui poter sottoporre il vostro manoscritto. Ovviamente, bisogna effettuare una selezione accurata della realtà editoriale a cui rivolgersi, innanzitutto consultandone il catalogo delle opere pubblicate (che potete trovare agevolmente sul sito web di ciascuna casa editrice), per avere un’idea ben chiara di cosa pubblica l’editore e quali sono i generi letterari a cui è maggiormente interessato.

A

B

C

D

E

F

G

H

I

K

L

M

N

P

R

S

T

U

V

W

Z

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *